Le strade dei vini

 

L’Umbria è una delle più piccole regioni d’Italia; la morfologia di queste terre, collinari al 71% e montuose per la restante parte, la varietà dei suoi paesaggi e un clima particolarmente mite la rendono un luogo unico ed affascinante, particolarmente idonea per gli ulivi e per la vite.

La viticoltura in Umbria nasce con gli Etruschi, che sfruttarono le ottime condizioni morfologiche e climatiche di queste terre, gettando le basi per una produzione che oggi la rende la “cantina d’Italia”.

La produzione vinicola umbra è molto vasta e articolata, tra i suoi vini annovera due DOCG, tredici DOC e sei IGT. La varietà dei vitigni e dei territori ha permesso, a partire dal 2001, la realizzazione di quattro “Strade del vino” che racchiudono tutte le produzioni regionali.

  • Strada dei Vini del Cantico, attraversa dodici comuni, tra cui le città di Assisi e Perugia. La stagione autunnale rappresenta uno dei momenti più suggestivi per trascorrere qualche giorno in questi luoghi. In primavera e in estate è possibile abbinare passeggiate a piedi e in bicicletta.
  • Strada Etrusco-Romana, copre un vasto territorio che va da Orvieto ad Amelia; il territorio offre vie interamente da scoprire e da gustare, che non si limitano ai soli vini, ma spaziano dall’olio pregiato al miele, dai prodotti da forno al tartufo.
  • Strada del Sagrantino, è articolata in 27 sentieri, che vi permettono di esplorare lo stupendo territorio e dove è possibile visitare cantine in cui assaggiare il Sagrantino,il Trebbiano Spoletino, il Grechetto,  Il Rosso di Montefalco, oppure il prezioso Sagrantino passito.
  • Strada dei Colli del Trasimeno attraversa un territorio particolarmente vocato alla viticoltura, grazie alle temperature miti del bacino del lago Trasimeno. Qui i vitigni hanno trovato un habitat ideale, esaltando le caratteristiche minerali dei terreni di origine marina ed esprimendosi con tutte le loro peculiarità genetiche.

Strade dei vini

Percorrendo le varie strade, che collegano diversi comuni, è possibile intraprendere un percorso alla scoperta della regione; immergersi nei territori permette di scoprire le tradizioni e le caratteristiche che rendono uniche le varie strade. L’Umbria, con i suoi borghi incantevoli, regala scorci ineguagliabili, che furono fonte di ispirazione per il celebre pittore Pietro Vannucci, detto il Perugino; l’ambiente incontaminato regala una ricca sfera cromatica che non smette mai di stupire: dal turchese del cielo al verde dei vigneti, dal rosso rubino al dorato dei suoi vini.

Le varietà ambientali e culturali che ogni strada racchiude, danno vita ad un turismo slow, che va incontro a gusti differenti e punta sulla promozione e valorizzazione del territorio.